Metabolismo Donna

Metabolismo Donna Ginoide Androide

Metabolismo Donna

Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morbilità, di invalidità e di mortalità nella popolazione italiana. I fattori di rischio più comuni sono il fumo, il sovrappeso corporeo, la glicemia elevata, l'aumento della pressione arteriosa, le alterazioni del colesterolo e dei trigliceridi e la sedentarietà.

È importante quindi il controllo di questi fattori di rischio per prevenire le complicanze cardiovascolari a medio e lungo termine. Nelle donne, in particolare, per molti anni si è ritenuto che le complicanze cardiovascolari si manifestassero solo dopo l'età fertile.

Gli studi condotti fino ad oggi sulla prevenzione primaria o secondaria delle malattie cardiovascolari sono stati prevalentemente effettuati sulla popolazione maschile, quindi non abbiamo una chiara “fotografia” della situazione femminile. Le donne di oggi, inoltre, hanno assunto comportamenti molto simili a quelli degli uomini e i classici fattori di rischio cardiovascolare, solitamente ritenuti appannaggio dell'uomo (fumo, alcool, stress, sedentarietà, sovrappeso corporeo), sono sempre più presenti tra le nuove generazioni femminili. E’ nostra intenzione perciò aiutare le donne a conoscere i fattori di rischio e a prevenire l'insorgere di malattie metaboliche quali il diabete, l'obesità, le dislipidemie, l'ipertensione arteriosa, per evitare i rischi di complicanze a lungo termine.